Progetto accoglienza

 Il Liceo Einstein si propone di favorire l'inserimento degli studenti italiani e stranieri nella nuova realtà scolastica mediante un atteggiamento di disponibilità al dialogo e all'ascolto, volto a trasmettere il senso di appartenenza all’Istituzione scolastica e a favorire un sereno passaggio dalla scuola media alla scuola superiore.

Tale premessa vuole sottolineare la necessità ineludibile di realizzare un Progetto d'Accoglienza che tenga conto dei disagi che l'allievo deve affrontare per inserirsi nel nuovo contesto scolastico i quali spaziano dal ritrovarsi in un paese straniero (nel caso di uno studente migrante) allo spostamento nell'ambito del proprio comune o fuori di esso; dalla necessità di intessere nuove relazioni alla mancanza di una ragione chiara che lo aiuti ad impegnarsi nello studio.

Il Progetto in questione, dunque, pur partendo dal presupposto che scopo dell'educazione scolastica è guidare l'allievo all'acquisizione dei saperi, alla scoperta delle proprie abilità e allo sviluppo delle personali competenze, vuole evidenziare che tali obiettivi devono necessariamente procedere da un punto fondamentale comune: stare bene con se stessi e con gli altri.

Il progetto è rivolto a tutti gli studenti delle Classi Prime e si realizza secondo un programma definito dal docente Funzione Strumentale “Accoglienza e Inclusione” e condiviso con il Collegio dei Docenti.

Esso prevede l’intervento attivo dei docenti dei singoli Consigli di Classe e di esperti esterni che ne condividono obiettivi, finalità e strategie.

Il Progetto Accoglienza del Liceo Einstein procede da una "cultura dell'accoglienza" fondata sulla convinzione che ogni persona sia chiamata a realizzare pienamente se stessa e che la scuola rappresenti un luogo privilegiato di crescita umana.

Referenti del progetto sono dunque tutti i docenti poiché l'esito positivo auspicato può essere frutto di un intervento accolto e condiviso, ma a cui dà valore soltanto la ricchezza umana e professionale di ognuno.

Il progetto prevede le seguenti attività:

Conoscenza dell'ambiente scolastico:

  1. Incontro preliminare con il Dirigente scolastico

  2. Visita dell'Istituto

  3. Organizzazione di brevi momenti di informazione finalizzati alla conoscenza del Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) nei suoi aspetti essenziali e del Progetto Accoglienza

  4. Conoscenza dell'ambiente circostante in collaborazione con l’associazione ACMOS:

  • Casa ACMOS

  • Performing Media LAB

  • Sede della Circoscrizione

  • Biblioteca Primo Levi

  • Giardino CEAT

  • Sede Gruppo Abele

  1. Spettacolo teatrale interattivo presentato da ACMOS alle singole classi prime

Conoscenza della classe e dei docenti

  1. Conoscenza tra alunni e insegnanti

  2. Conoscenza della nomenclatura delle varie discipline e degli obiettivi formativi e didattici ad esse correlati

  3. Conoscenza dei progetti proposti dai singoli docenti

  4. Rilevamento della situazione complessiva mediante test d'ingresso di italiano, matematica e L2 per studenti di madrelingua non italiana

  5. Analisi del lavoro svolto nel corso delle vacanze estive sui lavori proposti dai docenti all'atto dell'iscrizione

Il Progetto è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  1. Guidare l'allievo alla conoscenza dell'ambiente scolastico e facilitare la conoscenza degli studenti della stessa classe

  2. Favorire una concreta integrazione dell'alunno straniero mediante attività predisposte ad hoc

  3. Coinvolgere l'alunno e la sua famiglia nel progetto didattico-educativo della Scuola

  4. Fornire all'allievo indicazioni relative all'approccio metodologico alle varie discipline

  5. Far comprendere all'allievo la necessità di un metodo di studio personale.

  6. Individuare elementi di criticità e predisporre rimedi efficaci

  7. Favorire il raggiungimento di un livello di partenza omogeneo per l'intero gruppo classe

  8. Stimolare l'allievo a conoscere e sviluppare le proprie abilità e competenze

  9. Guidare l'allievo alla maturazione della scelta scolastica effettuata

Il Progetto, per il raggiungimento degli obiettivi evidenziati, prevede l’utilizzo dei seguenti metodi e strumenti:

  1. Questionario sugli stili d'apprendimento

  2. Prove d'ingresso disciplinari su contenuti e obiettivi comuni

  3. Test d'ingresso L2

  4. Raccolta, tabulazione e analisi dei dati concernenti le prove d'ingresso, i questionari e il test di Italiano L2

  5. Analisi del lavoro svolto nel corso delle vacanze estive sui lavori proposti dai docenti all'atto dell'iscrizione (verifica dei testi scelti su indicazione bibliografica degli insegnanti, esercizi di ripasso sui contenuti essenziali delle classi prime in relazione, principalmente, a Italiano e Matematica)

  6. Certamen di lettura (ottobre-gennaio)

  7. Incontri di sperimentazione/formazione sul Metodo di studio tenuti dalla dott. Daniela Robasto (Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione).

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento.

Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Module login