Salute, benessere e sostenibilità ambientale

La promozione del ben essere dà rilievo agli stili di vita dell’allievo per costruire insieme la salute in ogni sua forma, in funzione del pieno sviluppo della persona (art. 3 Cost.) https://www.senato.it/1025?sezione=118&articolo_numero_articolo=3)

 

Il progetto è articolato nei seguenti sottoprogetti:

  1. SOTTOPROGETTO “PREVENZIONE COMPORTAMENTI A RISCHIO”

  2. SOTTOPROGETTO “ALIMENTAZIONE… PENSIAMO ANCHE AL FUTURO”

  3. SOTTOPROGETTO “EDUCAZIONE TRA PARI: Prevenzione MTS”

  4. SOTTOPROGETTO “ALCOOL E GUIDA”

  5. SOTTOPROGETTO “SPORTELLO DI ASCOLTO”

  6. RI-SCARPA

  7. RACCOLTA DIFFERENZIATA

Tali sottoprogetti sono svolti in ore curriculari

 

Destinatari:

  1. allievi delle classi prime

  2. allievi delle classi seconde

  3. allievi delle classi terze

  4. allievi delle classi quarte

  5. allievi, docenti, genitori, personale ATA

  6. allievi, docenti, personale ATA

Obiettivi:

  • Far acquisire conoscenze e competenze per assicurare un maggior controllo sul proprio livello di salute.

  • Promuovere la partecipazione attiva degli studenti nell’ambito scolastico

  • Favorire lo sviluppo delle abilità personali (skills)

  • Promuovere lo sviluppo di iniziative di sensibilizzazione su questi temi, ideati e realizzati dai giovani stessi

  • Conoscere le strutture territoriali che offrono aiuti e consulenze relativi alle problematiche giovanili

  • Prevenire il disagio (adolescenziale, professionale, genitoriale), nonché promuovere la diffusione dell’agio e del benessere nella scuola

  • Promuovere il dialogo interpersonale e le capacità di interazione con il mondo degli adulti e quello dei pari al fine di costruire insieme la salute

  • Promuovere la capacità di ascolto dell’altro per trovare possibili soluzioni dei conflitti

  • Promuovere modelli positivi di responsabilizzazione e di tutela della salute, attraverso il confronto e l’ascolto

  • Riflettere in modo critico sui problemi maggiormente percepiti dai giovani d’oggi

  • Imparare a rapportarsi con realtà diverse dal proprio vissuto quotidiano

  • Sensibilizzare gli studenti rispetto ai rischi da abuso di sostanze psicotrope (alcol e droghe), fornendo loro specifiche informazioni sugli effetti biochimici e comportamentali derivati dal loro uso

  • Imparare a interloquire con le istituzioni

  • Sviluppare un pensiero critico utile ad operare scelte quotidiane, anche relative all’alimentazione, tenendo conto delle loro ricadute sugli equilibri ambientali e sul ben-essere individuale

  • Fornire strumenti di lettura critica della realtà, al fine di stimolare la capacità di effettuare scelte coerenti e responsabili

 

Metodologie:

  • Questionari e interviste

  • Analisi di documentari e film

  • Interventi di esperti

  • Confronto- dibattito finalizzato all’approfondimento dei temi, anche da un punto di vista psicologico

  • Peer education

  • Giochi interattivi

  • Colloqui individuali, in coppia o a piccoli gruppi; intervento sulle classi (laddove richiesto dagli studenti)

  • Counseling



Altre attività svolte nell’anno scolastico 2013/2014

Donazione sangue AVIS

Concorso: L’alluminio intorno a noi

Progetto Scuole della Fondazione Italiana del Rene MALATTIE RENALI – dalla prevenzione al trapianto - Ospedale S. Giovanni Bosco, con la collaborazione dell’ANED (Associazione Nazionale Emodializzati

Rischi da nuove tecnologie - Corpo di polizia Municipale

Convegno “Vaccinarsi fa male? Cosa c’é di vero”? - Italia Unita Per La Scienza, Minerva - Associazione di Divulgazione Scientifica

TI MUOVI?” Educazione alla Sicurezza Stradale e alla Mobilità Sostenibile - Polizia Stradale di Torino

Progetto: Percorsi ciclabili sicuri per una quotidiana mobilità urbana sostenibile

 

RI-SCARPA

Il nostro Istituto ha aderito al Progetto RI_SCARPA ospitando due contenitori per la raccolta di scarpe usate, posizionati al piano terra delle rispettive sedi.

Ri-scarpa è un progetto della Cooperativa Sociale "Lavoro e Solidarietà" mirato al riciclo e al riutilizzo di calzature usate, anche in cattivo stato, che vengono raccolte in contenitori ospitati da istituti scolastici torinesi. 

Con le scarpe usate infatti sarà possibile reimpiegare il materiale di cui sono composte per vari usi quali pavimentazioni, insonorizzate di palestre o sale riunioni, piste di atletica, giocattoli.

Al progetto hanno collaborato la Provincia di Torino (Assessorato all’Istruzione), il Comune di Torino (Assessorato alle Risorse educative), l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Amiat con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Le finalità di ‘Ri-scarpa’ sono educative-ambientali perché collocando i contenitori nelle scuole si educano i ragazzi alla raccolta differenziata e si tutela l’ambiente.

Sono anche occupazionali-sociali perché il progetto prevede l’impiego di personale per il trasporto, lo svuotamento periodico dei raccoglitori, la raccolta, la selezione e l’igienizzazione del materiale; personale che può essere scelto anche tra cittadini svantaggiati e socialmente deboli.

Tutti gli studenti , i docenti ed il personale ATA possono partecipare alla raccolta portando a scuola calzature usate. Il contenitore è usufruibile anche da visitatori o persone che per varie ragioni abbiano contatti con l’Istituto.

 

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Nella Scuola esistono contenitori per la raccolta di pile usate e carta (PROGETTO. CARTESIO) e nella sede di via Bologna, in collaborazione con l’Amiat, anche per plastica e lattine. Le finalità sono anche in questo caso educative-ambientali

 

 Link utili

http://www.aslto2.piemonte.it/

http://www.womensciencenet.org/

http://www.scienzattiva.eu

http://www.educazionedigitale.it

http://www.educazionedigitale.it/wwf/

http://www.educazionedigitale.it/percorsi/salute-e-stili-di-vita

http://www.educazionedigitale.it/reach/

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento.

Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Accetto

Module login